LA KLAMATH PER GLI SPORTIVI

 

 

DALLE ORIGINI NATURALI IL CIBO PIÙ ANTICO E SELVATICO DEL PIANETA,
UNA STRAORDINARIA FONTE DI SALUTE, VITALITÀ E BENESSERE PSICOFISICO

Nel 1980 alcuni studiosi americani della NASA scoprirono casualmente un'alga verde-azzurra che cresceva in maniera completamente spontanea in un lago incontaminato (Upper Klamath Lake, Oregon USA), continuamente arricchito da depositi vulcanici che ne fanno il maggior produttore di biomassa del pianeta: oltre 10 milioni di tonnellate di cibo ogni estate. Incastonato in una bellissima area da sempre al riparo dall'intervento umano, e circondato da vulcani spenti da cui partono corsi d'acqua che per milleni hanno continuato a depositare materiali vulcanici nel suo fondo, l'Upper Klamath è oggi il lago con il più alto tasso di mineralizzazione del mondo. Grazie alla vitalità e ricchezza di questo ambiente primordiale, la microalga Klamath si è potuta sviluppare alla perfezione nel corso di millenni di maturazione.
Proprio per il suo carattere selvatico e primordiale, le qualità nutrizionali della Klamath sono davvero speciali. Esse sono vegetali, e contengono un'altissima percentuale di clorofilla, fino al 9%. Tuttavia condividono con gli animali una caratteristica unica nel mondo vegetale, perché possiedono il 65% di proteine nobili, cioè contenenti tutti i 9 aminoacidi essenziali, in una proporzione che è pressoché identica a quella ritenuta ottimale per il corpo umano.
Lo spettro delle vitamine è completo e bilanciato, con due caratteristiche eccezionali: l'elevatissima quantità di B12 e l'alta quantità e qualità di betacarotene con, a differenza di altri cibi o integratori, la presenza simultanea e determinante, per la completa biodisponibilità e ottimale utilizzazione, di altri quattordici carotenoidi.
La Klamath è poi caratterizzata da uno spettro completo e bilanciato di minerali e oligoelementi. Da sola, essa fornisce l'intera collezione di quei minerali traccia che la ricerca sempre di più conferma essere essenziali a pressoché tutte le funzioni vitali, e che sono sempre più carenti nei cibi che consumiamo.
Infine è ricca di enzimi, pigmenti, amminoacidi liberi, che sono precursori diretti dei neuropeptidi cerebrali, ed ha un elevata quantità di acido gammalinoleico.
Il nostro corpo assimila le verdi azzurre Klamath al 97%. Si tratta di un tasso di assimilazione assolutamente unico, che aiuta i consumatori abituali di microalghe Klamath a evitare qualsiasi carenza nutrizionale.
Sulla base di questo straordinario alimento naturale e grazie alla collaborazione di medici, scienziati e nutrizionisti di tutto il mondo è stata messa a punto una linea di prodotti per la salute e il benessere di qualità assolutamente superiore e un programma completo e altamente efficace di rigenerazione e reintegrazione psicofisica sperimentato già, con ampia soddisfazione, da più di tre milioni di persone in America e attualmente da decine di migliaia nel nostro paese. I benefici comunemente riportati sono: energia prolungata, stabile e costante; più vitalità, memoria e concentrazione; maggiore resistenza allo stress; regolazione dl peso e appetito; sensibile miglioramento di pelle, capelli e unghie; regolazione della digestione e dell'evacuazione; vitalità sessuale e longevità; una migliore funzionalità del sistema cardiocircolatorio; miglioramento delle prestazioni sportive; aumento e tonificazione muscolare naturale; forte potenziamento delle difese naturali dell'organismo.
La Klamath è ricca di sostanze che favoriscono la naturale regolarizzazione di peso e tono muscolare: vitamine e minerali essenziali per il buon funzionamento metabolico, acidi grassi per lo smaltimento dei grassi in eccesso, aminoacidi importanti per chi voglia regolare il peso e tonificare i muscoli come i precursori della carnitina, importante per "bruciare" i grassi, fenilalanina, tirosina e triptofano che, sostenendo l'umore riducono l'appetito da stress o depressivo, gli aminoacidi ramificati, fondamentali per lo sviluppo e la tonificazione muscolare. Hanno dunque una densità e completezza nutrizionale eccezionale, superiore a qualsiasi alimento conosciuto e, a differenza degli integratori sintetizzati dall'uomo, la giusta proporzione e ottimale bilanciamento di tutti i nutrienti. La sinergia tra enzimi, vitamine, minerali, proteine, acidi grassi, micronutrienti, unica nella Klamath, favorisce la perfetta assimilabilità e la migliore utilizzazione di ciascuno di essi da parte del nostro organismo.
Le microalghe Klamath, nutrendo e sostenendo in profondità il sistema energetico e nervoso degli individui, sono ovviamente usate con notevole profitto anche nell'ambito sportivo. Anche in Italia ci sono diversi sportivi che utilizzano i programmi a base di Klamath per migliorare le proprie prestazioni sportive, oltre che per mantenersi in salute. Ma è soprattutto in America dove l'alga Klamath è conosciuta da molti anni, che anche gli ambienti sportivi più professionali hanno incorporato i prodotti a base di Klamath nei loro sistemi di preparazione.
L'alga Klamath infatti contiene tutti i nutrienti in forma naturale, in particolare buone quantità di aminoacidi ramificati nella forma maggiormente assimilabile. La Klamath è inoltre naturalmente ricca di speciali sostanze importantissime per gli sportivi come le ficocianine e la feniletilammina. Le ficocianine hanno elevate proprietà antiossidanti (di ben 40 volte superiori a quelle delle vitamine C ed E) e antinfiammatorie. La feniletilammina, un aminoacido naturalmente prodotto dal nostro cervello negli stati di euforia e gioia (al punto da essere definita la "molecola dell'amore"), contribuisce direttamente ad aumentare la quantità di dopamina liberamente circolante, incrementando così la trasmissione dopaminergica. È per questo che è nota come capace di normalizzare l'umore, potenziare i riflessi e l'acutezza mentale, aumentare la memoria e la concentrazione.
Ci sono diversi olimpionici statunitensi che supportano la loro pratica sportiva con programmi a base di alghe Klamath, e tra questi spicca la medaglia d'oro del decathlon alle Olimpiadi di Atlanta, Dan O'Brien. Egli è nato nella zona del lago Klamath, ed è dunque potuto venire a conoscenza prima di altri dei benefici effetti delle alghe Klamath ed ha iniziato a basare tutta la sua preparazione sui programmi nutrizionali a base di Klamath. Dan si affida ad Enzimi, Acidophilus, Bifidus e Coenzima Q10 per ottenere il massimo risultato nutrizionale ed energetico dal cibo che mangia. Allo stesso tempo, Dan mangia dai 6 agli 8 grammi al giorno di alghe Klamath, una quantità certamente superiore ai 2 grammi consumati io media dalla maggior parte delle persone, ma d'altra parte Dan è un campione olimpionico, ed ha esigenze energetiche particolari. Per Dan O'Brien, le Klamath "... sono davvero importanti. Mi aiutano fisicamente, e mi danno anche quella carica fisico/emozionale che ogni atleta vorrebbe avere. Quando mangio le alghe durante una gara di decathlon, anche se non mangio nient'altro, so di avere a disposizione qualcosa che continua a sostenermi fino alla fine." Anche grazie all'aiuto di un supercibo completamente naturale come l'alga Klamath ha potuto realizzare il sogno della medaglia olimpica in maniera pulita ed etica. Tutti gli sportivi dovrebbero seguire la sua lezione.
Un recente studio condotto dal Dr. Rafail Kushak del Dipartimento di Gastroenterologia e Nutrizione del Massachusetts General Hospital ha mostrato che l'aggiunta anche di una piccola quantità di alghe Klamath (circa 2 grammi di consumo giornaliero) promuove la crescita sia organica che muscolare dei topi. Il gruppo di cavie alimentato con piccole quantità di alghe Klamath è cresciuto il 16% in più rispetto al gruppo di controllo. Il risultato è rimarchevole soprattutto se confrontato con analoghi studi effettuati con la Spirulina ove diete contenenti fino al 73% di alga non hanno prodotto nessuna differenza in relazione al gruppo di controllo. La ricerca ha anche evidenziato che:
1.l'alga Klamath stimola la produzione dell'enzima alpha-amilasi nel pancreas. Ciò è importante in special modo per patologie con alterazioni dei valori glicemici, come diabete e obesità. È risaputo infatti che una maggiore produzione di amilasi non solo promuove una migliore digestione dei carboidrati, ma favorisce anche la riduzione del glucosio nel sangue;
2.la Klamath favorisce una migliore sintesi protreica che porta a un più alto accumulo di proteine nei tessuti e negli organi. Sembra che ciò sia dovuto anche alla riduzione del livello di aminopeptidasi-N, l'enzima responsabile dell'idrolisi proteica.
3.I risultati di questo studio sono rilevanti in generale, ma più specificamente per gli atleti e i cultori del fitness, che sempre hanno necessità di un apporto proteico superiore alla media.
4.L'alga Klamath può essere utilmente associata agli enzimi del fungo Aspergyllus (Digestil), a probiotici come l'Acidophilus (FloravitPlus), che migliorano l'assimilazione dei suoi nutrienti, garantendo un buon smaltimento delle scorie e dell'acido lattico, e al Coenzima Q10 (Q10Più), che promuove la trasformazione dei nutrienti in energia al livello delle cellule, e ripara, assieme all'alga, dall'ossidazione prodotta dall'attività sportiva intensa.
5.I programmi nutrizionali a base di verdi-azzurre Klamath, probiotici ed enzimi di qualità superiore sono in grado di: accrescere e mantenere livelli di energia più stabili e prolungati: aumentare l'elasticità, il tono e la potenza muscolare migliorare i riflessi, il controllo e la concentrazione mentale evitare l'affaticamento e lo stress ottimizzare le prestazioni e la forma psicofisica permettere un rapido recupero dopo lo sforzo.

IN UN PERIODO DI SEMPRE PIÙ FREQUENTI SCANDALI ANTIDOPING IN TUTTI GLI AMBIENTI SPORTIVI, LA KLAMATH SI PROPONE COME LA MIGLIORE ALTERNATIVA, CAPACE DI PRODURRE EFFETTI ENERGETICI E MENTALI SUPERIORI ALLE STESSE SOSTANZE DOPANTI, SENZA NESSUNO DEI LORO EFFETTI COLLATERALI, E IN MANIERA ASSOLUTAMENTE NATURALE.

 

LA KLAMATH